Montecarlo, pura magia.

Ormai manca solo una settimana all’inizio di un nuovo anno nel mondiale rally e si partirà come sempre con Montecarlo, arrivato alla sua 88°edizione. Il primo dopo 15 anni in cui alla partenza non c’è un campione in carica sotto la bandiera francese. Sì perché quest’anno il trono da difendere appartiene ad un estone Ott Tänak, che dopo aver portato Toyota a vincere il mondiale costruttori nel 2018 si è preso l’ambito trofeo riservato ai piloti proprio l’anno scorso. Quest’anno le squadre si sono un pò mischiate e proprio partendo dal pilota sopracitato che è passato da Toyota a Hyundai si aggiunge ad esso Dani Sordo, Thierry Neuville sempre alla ricerca del mondiale che tante volte gli è sfuggito per pochi punti e Sébastien Loeb il campionissimo con 9 titoli in bacheca. In Ford la nuova squadra vede l’ingresso di Esapekka Lappi da Citroën insieme a Teemu Suninen in cerca di conferme e Gus Greensmith quest’ultimo promosso dal WRC2. Ed infine Toyota che compone la sua nuova line up con il sei volte campione del mondo Sébastien Ogier, l’astro nascente che quest’anno sarà chiamato a far valere le sue credenziali Kalle Rovanperä, completano il team Takamoto Katsuta ed Elfyn Evans. Jari-Matti Latvala correrà qualche gara sotto il marchio Toyota ma non si parla per lui di un mondiale completo. Si comincia mercoledì 22 gennaio con l’attesissimo shakedown che precederà la partenza ufficiosa prevista per il giorno dopo alle 17:00 a Monaco per poi partire ufficialmente alle 20:38 alla prima PS della sera di giovedì 23 gennaio. Chissà se un giorno rivedremo accanto a queste superpotenze economiche anche un marchio italiano o magari se vedessimo ancora Lancia lottare fianco a fianco fino all’ultima gara contro questi colossi dell’automobilismo, questo per il momento sembra un miraggio ma ricordate, anche Toyota aveva abbandonato e poi è ritornata ed ha vinto tutto; quindi se siete un pò come noi, nostalgici e pieni di passione, ricordate che la speranza è l’ultima a morire e un giorno magari una bella sorpresa potrebbe stupirci tutti. Intanto per alleviare i malumori riviviamo con questa meravigliosa foto ciò che è stato il Rally di Montecarlo del 1986 dove Lancia si imponeva in maniera pesante e faceva già capire che mondiale sarebbe stato quell’anno, con un campione che rimarrà per sempre nella memoria di tutti e che sarebbe stato destinato a diventare leggenda sul campo e ricordo indelebile per i nostri cuori.